Il 5×1000 per la tua
#PortaDellaMusica

Un gesto concreto per la vita della cultura e della comunità

Tenere aperta la #PortaDellaMusica, dare concretezza alla bellezza dell’arte per condividerla con la comunità presente e futura è la forte missione che ci guida da 25 anni. Scegli ora di dare un contributo concreto al corpo vivente della cultura a Cremona e in Italia, destina il tuo 5×1000 all’Associazione Costanzo Porta e aiuta a tenere aperte le porte dell’arte vicine a te!
Si tradurrà in performance avvincenti, in attività di ricerca e sviluppo del repertorio, in programmi di educazione che costruiscono non solo i musicisti ma anche il pubblico di domani: insomma nella passione che ci guida e che condividi con noi.

Specifica il nostro codice fiscale nella tua dichiarazione dei redditi.

Associazione Costanzo Porta
C.F. 93033550190


Per l’anno finanziario 2019, con riferimento alla dichiarazione dei redditi 2018, è possibile devolvere all’Associazione Costanzo Porta il 5 per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche. A tal fine è necessario apporre la propria firma e indicare il codice fiscale dell’Associazione nell’apposito spazio della dichiarazione dei redditi dedicato al “Sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale e delle associazioni e fondazioni riconosciute che operano nei settori di cui all’art. 10, c. 1, lett. a), del D.Lgs. n. 460 del 1997”.
Chi non è tenuto a presentare la dichiarazione dei redditi può comunque effettuare la scelta di destinazione del 5 per mille presentando la scheda allegata al modello CU, in busta chiusa, entro le stesso termine di scadenza previsto per la presentazione della dichiarazione dei redditi Mod. UNICO 2018 Persone Fisiche, con le seguenti modalità:
• allo sportello di un ufficio postale che provvederà a trasmetterle all’Amministrazione finanziaria. Il servizio di ricezione della scheda da parte degli uffici postali è gratuito;
• ad un intermediario abilitato alla trasmissione telematica professionista, CAF, ecc.. Quest’ultimo deve rilasciare, anche se non richiesta, una ricevuta attestante l’impegno a trasmettere le scelte. Gli intermediari hanno facoltà di accettare la scheda e possono chiedere un corrispettivo per l’effettuazione del servizio prestato.
La busta da utilizzare per la presentazione della scheda deve recare l’indicazione “SCELTA PER LA DESTINAZIONE DELL’OTTO, DEL CINQUE E DEL DUE PER MILLE DELL’IRPEF”, il codice fiscale, il cognome e nome del contribuente. La scheda deve essere integralmente presentata anche nel caso in cui il contribuente abbia espresso soltanto una delle scelte consentite (otto, o cinque, o due per mille dell’IRPEF).
Inoltre, la scheda per la destinazione dell’otto, del cinque e del due per mille dell’IRPEF può essere presentata direttamente dal contribuente avvalendosi del servizio telematico. 
Le scelte della destinazione del cinque, dell’otto e del due per mille non sono in alcun modo alternative tra loro.